Omofobia: Anddos, sconcertati da dichiarazione consigliera capitolina Guerrini

campidoglioAnddos ha letto con stupore le dichiarazioni rilasciate al giornale Prideonline.it dalla consigliera capitolina Gemma Guerrini sulle iniziative che il Comune di Roma intende mettere in campo a sostegno delle persone Lgbti.
“Oltre a non indicare nessuna politica precisa – ha commentato il presidente di Anddos, Mario Marco Canale – tra le righe Guerrini fa trasparire una corresponsabilità delle stesse associazioni Lgbti, che non avrebbero, a sua detta, presentato alcuna proposta. Difficile essere propositivi, non solo sull’omofobia ma su qualsiasi tema, se non si viene neanche ricevuti “.

“Da agosto, infatti, – prosegue Canale – congiuntamente ad altre tredici associazioni Lgbti, nazionali e locali, abbiamo scritto più di una lettera alla sindaca Raggi, l’ultima in occasione del quarto caso di aggressione omofoba denunciato da quando si è insediata l’Assemblea del Campidoglio, un caso che Anddos sta seguendo sul piano dell’assistenza medica, legale e psicologia attraverso i Centri Ascolto e Antiviolenza ”.
“Le richieste erano chiare – ha concluso Canale -: costituire una tavolo permanente di confronto sulle strategie da adottare in termini sia di prevenzione sia di accoglienza e sostegno delle vittime di omofobia. Non solo non abbiamo ricevuto risposte, ma è stato impossibile non notare il silenzio stampa dal parte della sindaca, della Giunta e del Consiglio comunali davanti a un numero così ripetuto di violenze nei confronti di persone solo per il loro orientamento sessuale. Il tutto consumato nella indifferenza di chi governa quella che dovrebbe essere una Capitale europea.”